Mamma over: cosa NON aspettarsi quando si aspetta

Essere mamma a 45 anni

Anni fa, sentii in Tv un’attrice comica pronunciare questa battuta:
“Non capisco perché quando una è incinta si dice In stato interessante, visto che poi alla fine non gliene frega niente a nessuno! “
Ammettiamolo, quando il pancione comincia a farsi vedere, il nostro modo di incedere diventa fiero e spavaldo, quasi come quello di Peter Parker, quando aveva scoperto di avere i super poteri trasformandosi in Uomo Ragno.
Non lo vedete che aspetto un bambino? fatemi largo, il mondo è mio . Anche io, appena compiuti 44 anni mi sentivo così: ehi guardatemi! Vi rendete conto???… ma la realtà è un’altra e dovetti presto ricredermi.

E quindi oggi vi parlerò dei Pro e i contro di una gravidanza in tarda età e di come tutelarsi, anche legalmente, contro tutte le avversità che purtroppo potranno nascere quando rimarrete incinta

A parte l’entusiasmo incredulo, ma pur sempre sincero, di parenti e amici, il resto del mondo, udite, udite, non era lì ad acclamare la lieta novella. Niente tappeti rossi e niente piogge di petali al mio passaggio.

Continue reading “Mamma over: cosa NON aspettarsi quando si aspetta”

Come mai nessuno ti racconta davvero cosa vuol dire partorire a 45 anni?

 

Domandone. Le risposte potrebbero essere tante perché ogni parto è diverso ed ogni gravidanza ha la sua storia. Qui racconto solo la mia, chiaro.
Prima di ogni cosa, anche prima di rimanere incinta avevo già deciso che mai e poi mai avrei potuto sopportare un travaglio. Lo ammetto, sono una fifona. Appena ho un lontano presentimento di mal di pancia, mal di mare, raffreddore o quant’altro apro la borsetta e sciolgo un OKI nell’acqua. Figuriamoci un intera nottata di doglie. Delle Esperienze bellissime e come la natura ha voluto per noi me ne sono sempre fregata. Tra l’altro, conosco decine di persone, che quest’esperienza bellissima l’hanno voluta fare e si sono poi ritrovate di fronte a 12 ore di travaglio, seguite da cesareo d’urgenza, momenti di terrore ed anche, cosa da non sottovalutare, un brutto taglio fatto sulla pancia. L’urgenza comporta questo rischio.
E allora mi sono detta: perché arrivare a tutto questo?

Continue reading “Come mai nessuno ti racconta davvero cosa vuol dire partorire a 45 anni?”

Mamma poi

Ad un certo momento della vita da single, ti chiudi in una specie di bolla.
Lavoro, uscite, amici, flirt, viaggi. Il tempo scorre velocemente . Tu lo sai che stai procedendo alla velocità della luce, ma fai finta di niente e lo sai perché? semplicemente perché è divertente, divertentissimo.
Credo che, dopo la Casa di Barbie e Ciccio bello canterino, giocare ad impersonare Carrie Bradshow abbia rallegrato la maggior parte delle mie coetanee per tanti anni.
Quel gingillarsi intorno a se stesse, nel più fragoroso tripudio al nostro IO, ci piaceva assai assai.

Continue reading “Mamma poi”